Tecniche di epilazione ed epilazione definitiva

Donne e uomini oramai sono molto attenti alla cura del proprio corpo, all’aspetto estetico impeccabile derivato da una attenzione costante ai canoni di bellezza contemporanei e al sentirsi adeguati e perfetti durante ogni momento della propria quotidianità.

I peli superflui: un incubo per molti

Sono varie le zone del corpo dove i peli superflui crescono, e se gli uomini concentrano la loro cura su schiena, torace e nuca le donne – per propria predisposizione naturale ed estetica- si dedicano a varie zone del corpo come gambe, braccia, ascelle, inguine, viso, pancia, a seconda della individuale tipologia cutanea.

L’eliminazione dei peli superflui fa parte di questa cura costante e attenta, ma quali sono le differenze tra una depilazione e una epilazione? Cerchiamo di capirne insieme le diverse tipologie.

Bisogna subito sottolineare la differenza che sussiste tra una “depilazione”, che consiste solo nella eliminazione parziale del pelo (solo la parte visibile del pelo stesso) e una “epilazione” che invece va a rimuovere interamente il pelo, con radice e bulbo pelifero.
I diversi tipi di depilazione : a lama o con crema depilatoria.

La depilazione

La depilazione, per molte donne anche eseguita da sole a casa, avviene attraverso l’utilizzo di rasoi o di creme depilatorie. In commercio sono disponibili varie soluzioni, ma occorre ricordare che i metodi di depilazione più comuni non sono spesso i migliori. La depilazione con il rasoio, per esempio, ha un effetto immediato ma non duraturo. I peli cresceranno più folti e robusti, e a lungo andare si avrà la trasformazione del semplice pelo “folletto” a pelo terminale. Inoltre l’uso del rasoio può coadiuvare la formazione di peli incarniti e implica un utilizzo ben più frequente. Molte donne inoltre utilizzano le creme depilatorie per gambe, braccia, ascelle e inguine, ma spesso ignorano che le sostanze presenti nella crema stessa possono provocare eritemi, irritazioni e bruciori , specialmente se applicate in zone delicate (come ascelle o inguine). Entrambe queste opzioni sono soluzioni rapide, economiche ma non definitive.

L’epilazione

Le tipologie di epilazione sono ceretta a caldo, apparecchi elettrici, elettrodepilazione.
La ceretta a caldo è una metodologia di rimozione dei peli di medio dolore che assicura una pelle liscia e morbida per almeno 20 giorni. Consiste nella stesura direttamente sulla pelle di uno strato di cera (cera d’api o altri tipi di cera in commercio) precedentemente scaldata per essere portata a uno stato di liquefazione: una volta stesa, la cera viene poi rimossa con apposite strisce di cotone. L’epilazione a cera può essere effettuata su tutte le parti del corpo, a meno di particolari situazioni dermatologiche o di conformazione del corpo della donna. La ceretta a caldo rende necessaria la presenza di una estetista preparata in quanto in zone delicate come inguine e ascelle non è possibile eseguirla da sole.La ceretta a caldo è sconsigliata a chi soffre di problemi vascolari o a chi ha una pelle tendente alla creazione di follicoli sottocutanei: lo strappo, infatti, può creare traumi che nel tempo andranno a far uscire i capillari così come a irritare i follicoli già presenti, con conseguenti eritemi e piccole infezioni dei bulbi piliferi.
Con gli apparecchi elettrici di uso domestico, la rimozione dei peli superflui è di certo più economica e presenta molte similitudine con la depilazione con il rasoio, in quanto gli apparecchi sono dotati di piccole lame rotanti che intrappolano il pelo strappandolo come sotto l’azione di una pinzetta ed estraendone la radice. Tuttavia i peli più sottili non vengono eliminati, e spesso si possono creare irritazioni o follicoliti. La ricrescita del pelo avviene dopo circa 15 giorni.

Con l’avvento dell’elettrodepilazione si è giunti a dei risultati interessanti, anche se è per lo più consigliata per zone non troppo estese( viso, pancia, areola mammaria) in quanto si serve dell’ utilizzo di corrente elettrica continua o ad alta frequenza che va a distruggere il follicolo pelifero dove il pelo è alloggiato ( la rimozione del pelo avviene poi tramite la pinzetta). E’ un processo che richiede tempi più o meno lunghi, a seconda della zona da trattare.

Epilazione definitiva: il laser!
Con l’epilazione a laser finalmente il sogno di molte donne potrà dirsi realizzato. Il laser è uno degli ultimi ritrovati della tecnologia ed è l’unico trattamento che, con un certo numero di sedute (il cui numero varia dalla tipologia cutanea e dalla vastità delle aree del corpo interessate) garantisce una pelle priva di peli superflui.
ll laser è un fascio di luce monocromatico emesso ad una determinata lunghezza d’onda, capace di assorbire l’energia luminosa emessa dalla melanina emessa dai bulbi peliferi, che convertono l’energia del laser in energia termica dando luogo ad una termolisi. Il pelo è dunque colpito alla radice inibendone la rcrescita e assicurando risultati permanenti e duraturi. Questa specifica tecnica necessita di alcune attenzioni preventive, come lo studio del fototipo cutaneo, della dimensione e profondità del pelo, e dello stato della cute: questo per meglio garantire un risultato ottimale del trattamento stesso.

L’epilazione a laser è l’unica tecnica che ad oggi, con poche sedute, permette una rimozione definitiva dei peli in eccesso.

 

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prenota